Tre idee per fare un regalo davvero personale


This post is also available in: Russo

E se invece di oggetti regalassimo emozioni, ricordi, parole che non si perdono? Ecco tre idee per fare un regalo davvero personale!


Oggi, tra decorazioni e feste da organizzare riflettevo  un po’ sul Natale. Mentre sto ancora pensando ai regali per amici e famiglia, mi sono chiesta qual è il regalo che a me ha fatto più piacere e sapete che vi dico? Non si è trattato di un oggetto, ma di una lettera. 

Una lettera: il regalo più personale che ci sia

Era successo che con Luca ci eravamo detti entrambi che non avevamo desideri particolari. Siamo consci di essere fortunati e che tutto ciò che possiamo desiderare sarebbe comunque un “di più” almeno per tutto ciò che riguarda il materiale.
E poi dopo tanti anni insieme, quel che ci dà gioia in fondo è davvero il poterci raccogliere tutti quanti in casa e godere della compagnia reciproca, staccando per una volta con telefoni ed impegni , preoccupandoci solo di dedicarci l’uno all’altra per qualche giorno.
Quello è stato l’anno in cui Luca come regalo mi ha dato una lettera

Come fare un regalo davvero personale nat stefanenko lettera


Cosa c’è oggi di più inaspettato di una lettera anche solo di un biglietto? È strano, pensateci, ma sono proprio cose che non si usano più, cose di altri tempi, oggi che siamo abituati a raccontare i nostri sentimenti attraverso degli emoticon. 

Non vi dirò il contenuto della lettera, perché resta qualcosa di molto personale, ma quello che voglio dirvi oggi è che molto più di un oggetto materiale una bella lettera può raccontare emozioni, attenzioni, sentimenti, aspettative, può ringraziare l’altro per esserci sempre, mostrare il desiderio e la speranza che l’altro continui ad esserci sempre. 

Scriverci delle lettere per i compleanni e il Natale è una cosa a cui io e Luca teniamo molto. Lui è molto più poetico di me, ma quel che conta per noi è vedere i nostri sentimenti nero su bianco e poterli rileggere nel tempo.

Quindi vi direi  per una volta di dimenticare il telefono, prendere carte penna, scegliere un bel biglietto e mettere i vostri pensieri nero su bianco. Scegliete voi poi se spedirli o farli trovare sotto il piatto il giorno di Natale, o sotto il cuscino la sera della vigilia

Comunque sia state certi che saranno un regalo graditissimo, di quelli che si conservano e che aprono il cuore ogni volta che li rileggiamo. 

Come fare un regalo davvero personale: un libro fotografico

Un’altra cosa che io vorrei fare poi è  riprendere tutte le nostre foto, scegliere le più belle le più significative e farne un libro. Perché anche in questa il telefono ci ha dato delle cattive abitudini: dimentichiamo le nostre foto nei cellulari, anziché stamparle per poi godercele davvero. 

Come fare un regalo davvero personale Stefanenko

Come fare un regalo davvero personale natasha stefanenko


Ecco, io invece vorrei fare proprio questo: creare dei bei libri fotografici (io l’ho fatto con Apple) con cui dire: “quanti bei ricordi abbiamo condiviso!” 

Io stessa ne ho fatto uno per i 50 anni di Luca, in cui ho raccolto, oltre alle foto, le più belle poesie scritte da Luca, tra cui la mia preferita, una poesia che mi ha dedicato nel 1996 e che conosco a memoria.

Anche delle nostre vacanze più belle, in Brasile, ho fatto un bel libro, che ci piace sfogliare.

Dei bei ritratti incorniciati: un regalo davvero personale

Come fare un regalo davvero personale nat stefanenko

Ma se avete delle belle foto, soprattutto dei ritratti in bianco e nero, potete anche farli incorniciare e farne un bel regalo, senza tempo. 

Non pensiamo che il Natale sia fatto solo di oggetti da regalare, ricordiamoci che è fatto soprattutto di emozioni da condividere.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published.