I miei 6 consigli per ritrovare il buonumore


This post is also available in: Russo

Il buonumore si conquista con un esercizio quotidiano e un po’ di allenamento. Ecco i miei 6 consigli per ritrovare il buonumore e che funzionano davvero

Mi chiedete spesso come faccio ad apparire sempre così sorridente.
A dire il vero non si tratta di apparire sorridente ma di essere di buonumore e questo credo possa dipendere un po’ dal carattere (pare che per il 50% giochi la genetica), ma molto dal nostro modo di affrontare la vita, che spesso, lo so, non ci dà tutti i giorni motivi per sprizzare gioia.

Dalla macchina rigata al parcheggio, alle arrabbiature sul lavoro, alla pioggia che ti sporca i vetri appena lavati, per parlare solo delle (in fondo) piccole cose che ci guastano l’umore, le occasioni per vedere rosso e fari uscire fumo dalle orecchie non mancano mai.

Beh, io penso che essere di buon umore sia anche una quesitone di esercizio.

Prendetelo come un allenamento e testate queste semplici dritte.
Però, come per ogni altro allenamento, è la costanza che paga!

consigli per ritrovare il buonumore Natasha Stefanenko

6 consigli per ritrovare il buonumore che funzionano davvero

1. Lasciate perdere le sciocchezze

Vi hanno rubato il parcheggio? Vi si è smagliata una calza e non ne avete un altro paio in borsa? Dai! E’ davvero così importante da guastarvi la giornata?

2. Circondatevi di persone positive

La felicità è contagiosa, quindi circondatevi di persone positive e siatelo a vostra volta. Si crea una sorta di circolo virtuoso in cui ciascuno porta energia positiva agli altri e ne riceve. E create situazioni perché questo accada: anche una semplice pizza tra amici va benissimo!

3. Ritagliatevi del tempo per voi

Una delle cose più frustranti per ciascuno di noi è non avere tempo da dedicare alle persone a cui vogliamo bene (figli e compagni in primis) e alle cose che amiamo. Procedete a piccoli passi: stabilite una sera in cui cucinare tutti insieme, il cinema la domenica pomeriggio, una bella passeggiata durante la pausa pranzo del martedì. Il trucco sta nell’affrontare un problema che appare grosso con piccole soluzioni. E ricordate che il tempo che ritagliate per voi non è tempo che togliete egli altri. La nostra felicità è utile anche a chi ci sta intorno.

4. Ringraziate

Non intendo con questo il grazie a chi vi apre la porta o vi porta il caffè a letto. Si, c’è anche questo, ma se a fine giornata mettete davanti a voi un foglio bianco e provate a scrivere le cose carine che vi sono successe, vedrete che non sono poche. Il giorno dopo imparerete a fare più attenzione a tutti i piccoli segni positivi che incrociamo per strada: il primo albero fiorito della stagione, la brioche calda del bar, …
E comunque ringraziare per un lavoro ben svolto o un’attenzione ricevuta è la migliore della abitudini. Fatelo e renderete più felice chi riceve il vostro grazie.

5. Tenete abitudini di vita sane

Forse avrei dovuto metterlo in cima alla lista, perché senza queste regoline basilari è difficile stare bene con se stessi. Ricordatevi quindi di: dormire bene, mangiare sano, bere a sufficienza (acqua, non aperitivi!), fare un po’ di attività sportiva, amare, vestirvi in modo da piacervi, staccare ogni tanto con il telefono e incontrare le persone, …

6. Imparate

Imparate ad ascoltare perché spesso i punti di vista degli altri sono di grande aiuto. Imparate cose nuove, perché non c’è niente di peggio della noia e della monotonia; iscrivetevi al corso che sognate da sempre, non rimandate.

Pensate che riuscirete ad adottare questi 6 consigli per ritrovare il buonumore? Il vostro Io vi ringrazierà ed ecco spuntare il sorriso, lo vedo già!

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published.