Cosa significa essere donna? Da mamma a figlia


This post is also available in: Russo

Mi sono chiesta cosa significa essere donna oggi. Da mamma a figlia come posso aiutarla a crescere e diventare una Donna con la D maiuscola, fiera di esserlo e sicura di sé.

Domani è una giornata importante. Per chi è donna, per chi lo sta diventando e naturalmente anche per gli uomini, che senza di noi sarebbero pur sempre una metà incompleta.

Quando sono diventata mamma di Sasha ho solo pensato che avevo un bambino da accudire, far crescere, difendere, educare, … il bambino ha dimostrato presto di essere una bambina ben decisa a far uscire la sua femminilità.
E allora ho pensato che sarebbe stato bello condividere con lei anche l’essere donna.

Poi lei è diventata grande sotto i miei occhi con la velocità di un lampo e oggi ho di fronte a me una piccola donna e ogni giorno ci scopro complici e amiche come solo tra donne si può essere.
Crescerà ancora, farà le sue scelte, che costruiranno la sua strada e io mi chiedo, in un giorno importante come oggi, come posso aiutarla ad essere donna e cosa significa.

La guardo e vedo me alla sua età.
Tutto è diverso. L’ambiente in cui lei vive oggi, i mezzi che ha a disposizione per entrare in contatto con il mondo e forse anche il rapporto che ha con noi è diverso da quello che io avevo con i miei genitori.
Mi chiedo se essere donna oggi sia diverso da allora.

Cosa significa davvero essere donna?

Ho sempre cercato di farle capire, nonostante il mio lavoro e l’immagine di me che poteva uscire da una copertina o da una passerella, che per essere femminile non basta indossare un paio di tacchi.
La femminilità è qualcosa che si coltiva, che ci fa essere comprensive, altruiste, disponibili.
Qualcosa che ci fa stare bene con noi e che riflette, fuori, come ci sentiamo dentro.
Ed ora cerco di farle capire che la vita, per una giovane donna, può essere più complicata.

Non voglio nasconderle che vive in un mondo in cui ancora la differenza di genere sul lavoro è discriminante, che il salario e la mole di lavoro possono non essere gli stessi di un uomo, che una ragazza, oggi, deve tenere alzata la guardia perché non dobbiamo negarci che i pericoli ci sono.
Ma voglio che sia fiera di essere donna, che sappia che può cambiare il mondo intorno a sé cominciando da chi ha vicino, che abbia coscienza dei propri valori e del suo valore.

Vorrei che fosse una donna di domani in un mondo che alle donne vorrà più bene di oggi.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *