Sentirsi Bella


This post is also available in: Russo

Io sono convinta che essere bella è, prima di tutto, sentirsi bella così come si è, accettare il proprio corpo.

 

L’ho provato su di me. “Altezza mezza bellezza”, dite in Italia, ma per tanti anni io mi sono sentita una giraffona. A scuola mi chiamavano  “la prolunga”, ero altissima e magra come un chiodo e ovviamente l’altezza era un complesso difficile da superare. 

E non solo ero una perticona, ma avevo capelli, pelle e ciglia chiarissime e quanto alle curve, zero (per fortuna anche quelle poi sono arrivate). Mi vergognano, cercavo di non incontrare mai gli sguardi degli altri e quando non mi invitavano alle feste della scuola non vi dico la frustrazione. Pazienza, sono bela dentro, mi dicevo e studiando conquisterò il mondo con la mia dialettica e la mia cultura.
Solo il mio lavoro, poi, mi ha fatto scoprire che potevo essere bella nonostante, anzi, anche grazie alla mia altezza. Quello che da ragazzina era un difetto è diventato un punto di forza.

Sarà per questo che mi piacciono molto le donne che portano con sicurezza un naso non perfetto, un’altezza non comune o perfino dei “difetti” molto evidenti.

Trovo che sia indice di grande carattere saper portare in giro le proprie imperfezioni e il carattere, io credo, è la prima cosa che serve, nel lavoro e nella vita.

Figuratevi che in tutte le edizioni di Italia’s  e Russian Next Top Model che ho condotto la stragrande maggioranza delle ragazze aveva accumulato da ragazza complessi e frustrazioni per un aspetto diverso e magari non proprio conforme ai canoni di bellezza classica.
Per questo mi sono incantata davanti a Winnie Harlow, che vedremo nella prossima edizione di American Next top model, prima modella con la vitiligine. Canadese di 20 anni, è una bellissima ragazza di colore su cui le zone della pelle depigmentate sono ovviamente ancora più evidenti che su una persona di pelle chiara.

come sentirsi bella winnie harlow

Beh, lei le sottolinea, le trasforma in vere e proprie macchie e su di lei acquistano bellezza, smettono di essere un difetto, le danno un carattere graffiante, felino, insomma, sicurezza da vendere.

Sicurezza sicuramente conquistata a fatica, visto che lei è così da quand’era piccolissima e il bullismo a scuola e i pregiudizi verso una malattia che non è poi molto nota non devono averle reso la vita facile (Michael Jackson decise di sbiancare la sua pelle dopo che gli diagnosticarono una vitiligine simile a quella di Winnie). Winnie  mi piace. E mi piace il messaggio che lancia a tutte noi: Non mollare mai! Non hai la taglia che vorresti, non hai i tratti perfetti, non puoi fermare il tempo? Beh, siamo come siamo, nessuno perfetto, e vale la pena ricordarci che un sorriso, anche a noi stesse, vince su tutto.

Ecco, la risata potente e contagiosa, quella non mi è mai mancata e mi ha aiutato a sorridere al mondo anche quando il mondo non sorrideva molto a me.

come sentirsi bella risata

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *