Come imparare ad essere felici

Allenare il pensiero positivo, smettere di fare confronti, chiederci quali sono davvero i nostri obiettivi… un po’ di riflessioni da condividere su come imparare ad essere felici.

Poco tempo fa è stata la Giornata mondiale della Felicità. Io non sapevo esistesse una giornata dedicata alla felicità e a pensarci bene non è superfluo, perché la Felicità non è scontata e non sempre è facile conquistarla.

Ci ho riflettuto un po’ su e vorrei condividere con voi le mie riflessioni sul tema.

Si dice che la Felicità sia questione di atteggiamento verso la vita, che dipenda dal saper vedere il bicchiere mezzo pieno e forse è vero.

Ma è vero anche che viviamo in una società in cui il confronto con gli altri è costante e questo facilmente alimenta sensazioni di inadeguatezza o l’idea di non essere mai abbastanza (efficienti al lavoro, magre in spiaggia, brillanti con gli amici, …)

Ecco, forse una delle prima cose da fare è proprio smettere di metterci a confronto con chi ha (una posizione, un lavoro, una situazione sentimentale, una linea, …) “più” di noi.
Spesso, andando oltre le apparenze, non è affatto detto che chi sembra avere di più sia davvero più in alto di noi.

Dovremmo poi porci una domanda molto onesta, anzi più d’una.

  1. Quel “di più” è importante per noi o siamo condizionati da un modo di vedere comune che però in realtà non ci corrisponde?

2. Per noi è davvero così importante raggiungere quel “più”?
Se lo è, siamo certi di aver fatto tutto il possibile per raggiungere l’obiettivo che sogniamo? O non stiamo invece dando per scontato di meritarcelo senza aver davvero lavorato per ottenerlo?

Perché essere felici talvolta richiede uno sforzo maggiore dell’essere perennemente scontenti ed essere infelici può essere una comoda soluzione per chi non ha voglia, coraggio o volontà di affrontare le fatiche che raggiungere un obiettivo comporta.

C’è anche un’altra possibilità e dovremmo essere capaci di risponderci da soli: non stiamo costruendo nella nostra mente tutta questa infelicità? Non è che magari alimentiamo di continuo pensieri infelici? Perché in questo caso dovremmo allenare il nostro pensiero a pensare diversamente.

Tutto questo ci richiede un grosso sforzo di obiettività:

  1. Cosa voglio io davvero per me?
  2. Al di là dei condizionamenti che mi vengono dal mondo in cui vivo, da modelli di vita
  3. E’ davvero fondamentale per me raggiungere quell’obiettivo?
  4. Cosa posso e devo fare per arrivarci?

oppure

Passo il tempo ad auto alimentare la mia infelicità.
E se provassi a cambiare punto di vista e aiutassi la mia mente a pensare positivo  facendo più attenzione a tutto quello che ho, a quanto è preziosa ogni piccola cosa della mia vita?

Tornerò sull’argomento, ma intanto vi lascio riflettere su questi pensieri:

  1. Vogliamoci bene e mostriamo più amore verso il prossimo. Bastano piccoli gesti e sorrisi a farci sentire meglio.
  2. Non lasciamo che siano gli altri a stabilire cosa ci farebbe felici (un nuovo lavoro, un fidanzato, …). Ascoltiamoci!
  3. Prestiamo attenzione a quelle cose, spesso piccolissime che ci provocano una scossa di piacere e seguiamole.

Voi che ne pensate? Come possiamo essere davvero felici? Aspetto di leggere le vostre opinioni qui sotto.

Un abbraccio.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *