Come imparare dai propri errori


This post is also available in: Russo

“Se tornassi indietro, non rifarei…” Quante volte l’abbiamo detto? Eppure possiamo fare molto per imparare dai nostri errori e vivere più felici. Ecco come…

A chi di noi non è capitato di dire con una certa fierezza “Mi piego ma non mi spezzo” oppure “Sono caduta ma mi sono rialzata”? Frasi che sono un po’ luoghi comuni. Vale la pena chiederci se davvero è quello che abbiamo fatto.
Se abbiamo fatto sì  che delusioni e fallimenti siano davvero serviti a farci crescere.
Perché non è evitando gli errori né evitando di farci toccare dai dispiaceri che cresciamo come esseri umani.
Per questo è sempre importante riconoscere i nostri sbagli e farne tesoro.

Come imparare dai propri errori Natasha Stefanenko

Ma come imparare dai propri errori?

  1. Riconosciamo i nostri errori Quello che dico spesso a mia figlia (ed è sempre un’occasione per ricordarlo a me stessa) è che dobbiamo essere onesti con noi stessi anche davanti agli errori.
    Siamo abituati a puntare il dito contro gli errori altrui e ad indispettirci quando qualcuno ci fa notare i nostri. Impariamo a ingoiare il boccone amaro e prenderci il tempo di capire se e perché abbiamo sbagliato, cosa utilissima a cambiare in meglio.
  2. Siamo obiettivi
    Qualcuno ci ha deluso? In una discussione non riusciamo ad avere ragione? E se provassimo a fare lo sforzo di metterci al posto dell’altro? Ad imparare che non abbiamo tutti gli stessi punti di vista sulle cose. Usiamolo come un esercizio per imparare dagli altri e allenare la nostra apertura mentale.
  3. Giusto e sbagliato: è così importante?
    Il giudizio è quanto di più limitante ci sia. Concentrarci sul torto subito in  termini di giusto e sbagliato non è quasi mai utile, ci fa stare malissimo e consumare un sacco di energie. Pensiamo invece perché siamo andati incontro  quella delusione e, se abbiamo sbagliato, giudichiamoci con leggerezza. Mortificarsi non serve.
  4. Se potessi tornare indietro… Nessuno di noi ha la macchina del tempo. Non possiamo riavvolgere il nastro della nostra vita, ma possiamo imparare  gestire diversamente i conflitti.
    Se ci siamo fatti trasportare dall’ira, se le discussioni si sono sempre trasformate in litigi, approdiamole diversamente.
    Invece di un “Ti sbagli” meglio dire “Questa cosa mi fa soffrire”. Ancora una volta invece del giudizio questa suona come una spiegazione che mette l’altro in condizione di capire come evitare di provocarci dolore.
    Non possiamo tornare indietro, ma in situazioni simili, possiamo evitare di comportarci in modi che non hanno portato niente di buono. Ricordiamocelo nelle discussioni con i figli o con Lui.
  5. Siamo umili Non è stato uno sbaglio ma una lezione di vita. Siamo davvero pronti ad imparare? Perché la vita in fondo è questo: una continua occasione di metterci di fronte a noi stessi e migliorarci, anche imparando dai nostri errori.

Come imparare dai propri errori? Voi come la pensate?

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *