“Na sdarovie”: Lezione su come bevono la vodka i russi


This post is also available in: Russo

Piccola lezione semiseria per insegnare agli amici italiani come bevono la vodka i russi.

Ogni volta che vado a Mosca, i miei amici italiani mi chiedono di portare loro come souvenir una bottiglia di vodka russa.
Mi fa piacere che siano così curiosi verso le nostre usanze, ma quando poi vedo come la bevono, inorridisco!
Si servono la vodka freddina, in un bicchiere di misura troppo grande e la sorseggiano come se fosse cognac!

Noooo, non si beve così! Se vogliamo davvero bere la vodka “alla russa” dobbiamo chiarire un paio di cose.

1.Prima di tutto, secondo le usanze russe,  la vodka non si sorseggia da soli, meditando sulla vita.
No! Si beve rigorosamente in compagnia di amici e con brindisi rumorosi.

Come bevono la vodka i russi? Ghiacciata! Non freddina


2. La bottiglia di vodka deve stare in congelatore almeno un paio d’ore prima di berla (la vera vodka ha 40°! Non c’è pericolo che si congeli).
In congelatore vanno tenuti anche bicchierini in cui la servirete.
Vanno benissimo quelli da grappa, l’importante è che siano freddissimi anche loro, velati dal ghiaccio, perfetti per brindare con un “Na sdarovie!”(alla salute!).

Come bevono la Vodka i Russi Beluga

Tutte le regole per una festa “alla russa”

3. Attenzione, la vodka non si beve solo a fine pasto come fareste con la grappa!
Si beve dall’inizio alla fine di un pasto. Vi state spaventando? Seguite i miei consigli e ce la farete.

4. Non bere mai acqua tra un bicchiere e l’altro, o sarete certi di ubriacarvi fin da subito, anche perché il bicchiere di benvenuto si beve a stomaco vuoto!

5. Prevedete un piccolo buffet. Un proverbio russo dice “Vodka senza spuntini – soldi buttati!”, quindi preparate delle ciotoline con cetriolini sotto sale, funghetti sottaceto, pane nero, pancetta, carne di maiale a pezzettini e caviale rosso (nelle occasioni specialissime potete servire anche il caviale nero!)

6. Inspirate, espirate e buttate giù la vodka tutta in un sorso. I più “allenati” annusano un pezzo di pane nero subito dopo aver bevuto e alcuni ne mangiano un pezzettino.

7. Dopo aver bevuto il vostro bicchierino, mangiate un cetriolino o un pezzetto di pane con il caviale e , se volete davvero fare come i russi, non lasciate passare troppo tempo tra un bicchiere e l’altro perché, come si dice da me: ”Più tardi bevi il secondo bicchiere  – più sprechi il primo”. 😉 

8. Finita questa sorta di aperitivo, si passa alla cena, sempre bevendo vodka e ogni volta che si alza il bicchiere si brinda con un semplice “Na sdarovie!” o anche con un discorsone (il che, ovviamente, dipende dal grado alcolico).

Quando decidete di organizzare una serata russa, siate certi di avere abbastanza letti per ospitare gli amici o abbastanza taxi per farli tornare a casa.
E’ un consiglio da amica.
Alla nostra prima cena russa mio marito, che durante tutta la sera mi aveva assicurato che lui reggeva benissimo, è arrivato per miracolo fino al taxi.
Così anche il nostro taxi milanese ha provato cosa significa portare a casa un italiano dopo una cena alla russa…

La Vodka con cui io e la mia amica brindiamo è del marchio Beluga, tra i migliori produttori di vodka in Russia.

Vi va di fare un giro di Mosca o San Pietroburgo? Curiosate tra i miei post dedicati alle città russe.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *