5 film imperdibili del 2018 da vedere subito


This post is also available in: Russo

Per chi come me ama il buon cinema, magari da vedere in una serata con gli amici, ecco tutte le novità  dopo gli Oscar e 5 film imperdibili del 2018 da vedere subito.

Qualche sera fa, durante una di quelle cene in casa con buoni amici, la conversazione, come qualche volta succede in situazioni come queste è andata sulle classiche domande.
Avete presente, immagino, quelle del tipo “Dì tre cose per una serata perfetta con il tuo Lui/Lei” o “Le tue 5 musiche preferite di sempre”…
Ecco, quando è stato il mio turno ho chiesto “I 5 film che vorreste vedere o rivedere durante una delle nostre prossime serate insieme”.
Perché a me non dispiace, invece della solita cena a tavola, invitare gli amici (o anche solo mio marito) per una cena-cinema in casa.
Così ho pensato di dirvi la lista dei

5 film imperdibili del 2018 da vedere al più presto.

Ora aspetto al vostra!!!! E poi penseremo anche al menù per una serata così, che ne dite?
 
“Poesia sin fin” di Alejandro Jodorowsky
Film autobiografico in cui Jodorowsky si racconta ventenne negli anni ‘50 con il sogno di diventare un poeta, mentre la sua famiglia sogna per lui un futuro da medico.
Una vita tumultuosa, un racconto condito di erotismo e violenza, quello dell’ aspirante poeta che in realtà divenne molto di più: drammaturgo, regista, scrittore,…
In concorso al Festival di Cannes nel 2016.
 
“The Square” di Ruben Ostlund,
palma d’oro a Venezia 2017 e David di Donatello 2018 come miglior film europeo.
Il film si svolge per lo più all’interno del Palazzo Reale di Stoccolma, in Svezia, diventato un museo d’arte. The Square è il nome di un’installazione che vi viene ospitata, un’opera che racconta il tema della. Il film racconta come la promozione dell’evento venga affidata a strategie di marketing virale su web e canali social, ma accadono una serie di imprevisti…
“Three Billboards outside Ebbing Missouri”
Vincitore di 4 Golden Globe e del premio oscar come miglior attrice protagonista a Frances Mc Dormand.
Ne avevo parlato qui  prima della proclamazione degli Oscar e credo che nonostante la durezza del tema il film meriti assolutamente di essere visto.
La storia racconta una madre coraggiosa che vuole fare giustizia della morte della figlia e lo fa affiggendo tre manifesti arancioni, che non possono passare inosservati, per provocare la polizia e ricercare il colpevole.
“The shape of water” di Guillermo Del Toro
7 nomination ai Golden Globe, ne ha vinti due. Di tredici nomination agli Oscar ne ha vinte quattro.
Un film visionario, una storia d’amore incredibile, quella tra Elisa, donna delle pulizie muta e un umanoide anfibio, un essere tenuto prigioniero dal governo. Richiama alla memoria i numerosi film dell’orrore con creature mostruose degli anni 50 o classici come “La Bella e La Bestia”, ma il risultato è un film molto molto poetico.
“Charley Thompson” di Andrew Haigh,
in concorso al Toronto Film Festival, ha vinto a Venezia il premio Marcello Mastroianni.
La critica è unanime: “Vi commuoverà” sentenzia il Washington Post, “Un gioiello” secondo Indiewire, “incantevole” per Sight & Sound.
Racconta la vita di Charley, adolescente con una vita, anche affettiva, tutta da costruire. Abbandonato da piccolo dalla madre e cresciuto da un padre poco presente, entra per caso nel mondo delle corse di cavalli e finisce con il legarsi in modo profondo ad un cavallo da corsa. E’ con l’animale che scoprirà i valori più veri e forti dell’esistenza.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *