Come si crea la complicità di coppia?


This post is also available in: Russo

La complicità di coppia viene dall’aver costruito una squadra ben affiatata, ma come si crea? I miei consigli.

Chi si somiglia si piglia? Sarà questa la complicità?
Se così fosse le coppie che non hanno gli stessi interessi e passioni finirebbero per essere destinate a durare ben poco.
Invece la complicità, per fortuna, non è fatta solo di questo ed è qualcosa su cui si può lavorare per costruirla e renderla più solida nel tempo.

Ogni occasione è buona per scoprire se si può essere complici.
Per esempio cercando di venire incontro alle modalità dell’altro.
Se lui è affettuoso ma tu riservata, fare qualche passo avanti è sicuramente utile, meglio ancora se, per non forzare troppo il carattere di nessuno dei due, ci si trova a metà strada.

Perfino imparare a discutere è utile, se impariamo a farlo in modo non aggressivo, senza giudicare né puntare il dito, ma semplicemente raccontando come NOI ci sentiamo.
Discutere in questo modo è molto più utile che essere sfuggenti, come fa solo chi non vuole in nessun modo confrontarsi. La complicità viene dal dialogo, non dal rincorrersi.

Rispettare gli spazi e le passioni reciproche è importante ma dev’essere bilaterale.
Se lui il martedì sera gioca a calcio e tu il giovedì vai al cinema con le amiche, semplicemente per il piacere di fare qualcosa che si ama, è perfetto. Inutile e dannoso forzare l’altro a fare qualcosa che non amerebbe (perché qualcuna di voi sarebbe davvero felice di sorbirsi una partita di calcetto il martedì sera?), meglio riconoscere le differenze, accettarle e sostenerle.

Niente è scontato ed anche un piccolo gesto banale, come prepararsi il caffè al mattino, va riconosciuto per quello che è: un piccolo gesto d’affetto a cui rispondere con altrettanta attenzione. Un grazie detto col cuore e un sorriso è sempre una parola magica.

La complicità viene dall’aver costruito una squadra ben affiatata e si, a quel punto può bastare uno sguardo a capirsi.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *