Equilibrio di coppia: come mantenerlo nel tempo


This post is also available in: Russo

Equilibrio di coppia. Prima i figli piccoli, poi i figli grandi: come lo si conserva nel tempo, mentre si costruisce una famiglia?

Vi è mai capitato di pensare alla famiglia come ad un castello di carte?
Ci vogliono attenzione, pazienza e buone doti da equilibrista per costruirlo e farlo restare in piedi.

Ecco, io penso che sia proprio l’equilibrio dei singoli componenti della famiglia a far sì che quel castello si regga bene in piedi e magari ci si possano aggiungere anche nuovi piani ed abbellirlo.

Ma siccome poi la famiglia non è fatta solo da singole unità ma anche dal modo in cui interagiscono tra loro, ci vuole equilibrio anche nelle relazioni.

E qui la faccenda non è sempre facile.
Come sa chiunque abbia figli, il primo grande cambiamento è quando da due si diventa tre o più. Quando si diventa genitori.
Quell’equilibrio che hai costruito come coppia ogni tanto vacilla, barcolla e allora è soprattutto spalleggiandosi l’un l’altro che si riesce a far fronte a quelle difficoltà che con l’arrivo di un figlio sono inevitabili.
Parlo di condivisione, compiti, ruoli, spazi di ciascuno… e naturalmente responsabilità.

Chi poi, come me, ha figli adolescenti, avrà provato che è vero il detto per cui “figli piccoli, problemi piccoli, ma figli grandi, problemi grandi”. Diciamo che con figli teenager testi davvero la solidità dei rapporti che hai costruito fino a quel momento!

equilibrio di coppia Stefanenko

Come mantenere l’equilibrio di coppia? Dialogo!

Se il dialogo è stato, come in effetti dev’essere, il punto di forza che ha permesso ad una coppia con figli piccoli di far fronte alle difficoltà del quotidiano, è proprio sul dialogo che bisogna continuare a puntare.

Non solo con i figli (ne ho parlato in un vecchio post), ma anche con il partner.
Non lasciate, per esempio, che il vostro compagno deleghi solo a voi la gestione di una figlia grande, con la scusa che “tra donne vi capite”, né fatelo voi, se si tratta di gestire un figlio maschio.

Continuate a stabilire di comune accordo regole e comportamento da tenere perché i figli (che spesso intuiscono le nostre debolezze e sono abili ad approfittarne), così come da piccoli, anche da grandi possono mettere in crisi la nostra pazienza ed anche il rapporto di coppia.

Troviamo tempo per la coppia

Se il tempo per la coppia con i figli piccoli si è drasticamente ridotto, approfittate dell’autonomia che i ragazzi vanno conquistando per ritagliarvi nuovamente del tempo per voi, magari scoprendo una passione comune (sognate da sempre di imparare a ballare il tango o seguire un corso di cucina? Fatelo insieme!).
Certe volte basta andarsi a mangiare la pizza da soli a due passi da casa per riscoprire quanto si sta ancora bene insieme.

Equilibrio di coppia nel tempo: Pensiamo a domani!

I figli crescono e cambiano le loro esigenze, ma è sbagliato pensare che noi invece, essendo già “grandi” non cambiamo né cambieranno mai le nostre abitudini ed i nostri desideri.
Le fondamenta più solide sono anche quelle più elastiche.

Pensiamo a come ci piacerebbe fosse la nostra vita tra qualche anno, quando i nostri figli grandi ormai staranno costruendo la loro e lavoriamo fin d’ora per arrivare con il nostro Lui/Lei dove vogliamo.

La coppia che abbiamo costruito molti anni fa ha sempre bisogno di una piccola revisione, proprio come un motore per funzionare al meglio e portarci lontano. L‘equilibrio di coppia, in fondo, è soprattutto questo.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *